Dimagrire con l’ipnosi

Dimagrire con l’ipnosi

Dopo le tanto agognate ferie, è facile tornare a casa e vedere nello specchio, che abbiamo portato con noi, oltre a bellissimi ricordi e fotografie, anche qualche chilo di troppo. In media i chili da smaltire dopo le ferie, sono 5 e sono il risultato di scelte alimentari sbagliate. Pochi sanno che in estate, con il caldo, si bruciano meno calorie per mantenere la temperatura corporea, si fa meno movimento e, soprattutto, si bevono più bibite, si mangiano più gelati e moltissimi cibi preconfezionati ipercalorici. D’estate 2 italiani su 3 optano per cibi e prodotti in scatola anche quando sono in spiaggia. Smaltire questi chili potrebbe essere molto facile con la Dieta Ipnotica. Lo psicologo Stefano Benemeglio, autore di famosi studi sul comportamento umano già a partire dagli anni ‘60 e fondatore della Onlus Accademia Internazionale delle Discipline Analogiche, dichiara che con l’ipnosi, si possono risolvere molti disagi emotivi e comportamentali, responsabili dei nostri chili di troppo. La tecnica della Dieta Ipnotica, messa a punto da Benemeglio, consente di dimagrire consolidando la propria forza di volontà rinunciando quindi ad alimentarsi in maniera non controllata.

“Non si tratta di una tipologia di dieta ma di una tecnica con la quale si può dimagrire perchè si riesce ad affrontare meglio la dieta, di qualunque tipo essa sia, senza quelle sensazioni di frustrazione e di privazione che caratterizzano le diete”, spiega Benemeglio – e continua - ”il successo della dieta ipnotica riscontra un numero crescente di consensi proprio perchè riesce a consolidare la forza di volontà nei momenti in cui il cibo diventa uno sfogo dalle frustrazioni e non per soddisfare le necessità dell’organismo, riuscendo ad attenuare la voglia di cibi grassi e facendo prediligere quelli più sani”. La Dieta Ipnotica agisce sull’inconscio e cerca di trovare una motivazione non forzata per un’alimentazione equilibrata. Così, con questo metodo, si impara a rimanere in forma, senza rinunciare ai piaceri della tavola, senza eccessivi rigori.